La rivista TECNICA MOLITORIA volume 70 - n. 7 luglio 2019 dedica un articolo al Molino De Vita

Il Molino De Vita tra passato e futuro.

  • 03/07/2019
  • 643

Il Molino De Vita è oggi l'esempio più concreto di come agricoltura e industria possano rapprresentare un connubio perfetto per favorire lo sviluppo del territorio.
Grazie alla realizzazione di un impianto ad alto livello tecnologico e ai continui test qualitativi, l'azienda è oggi apprezzata per la qualità delle sue produzioni di semole biologiche, semole integrali, semole speciali, semole 100% da agricoltura filiere Italia e sfarinati salutistici e funzionali.
Al Molino si fa la semola come si faceva una volta, ma con una piccola differenza: i macchinari di ultima generazione garantiscono l'ottimizzazione del processo produttivo. In particolare, i cilindri macinati, portati a un basso regime di giri, determinano quel processo di lenta lavorazione che permette di preservare l'integrità delle caratteristiche organolettiche del prodotto. Nasce così la Semola Integrale, che conserva un alto contenuto di fibra, tenore di vitamine, sali minerali, composti antiossidanti e proteine ad alto valore biologico.
L'azienda ha implementato nei propri impianti una tecnologia che ha ottimizzato il processo di decorticazione, che consiste nel rimuovere i tegumenti esterni della cariosside della macinazione.
Il prodotto bio è preservato dalla produzione al confezionamento. Per far questo, l'azienda si è dotata di due tramogge di scarico e silos dedicati - una per il conferimento del prodotto bio e una per il convezionale - e di un software dedicato per evitare la cross contamination durante la fase di stoccaggio e macinazione. Al Molino la tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti è stata certificata secondo la normativa ISO 22005:2008. Tutti i procedimenti ed i prodotti sono rintracciabili fino all'arrivo del frumento, individuato in singoli lotti.
Nel 2011, grazie all'installazione di un aerogeneratore da 1 megawatt e di un impianto fotovoltaico, l'azienda ha iniziato a utilizzare energia alternativa per alimentare gli impianti di produzione, facendo sì che gran parte dell'approvvigionamento energetico provenga da fonti pulite.
Tra i progetti per il futuro c'è l'incremento del numero dei sili green dedicati al biologico. Un altro progetto tecnologico che stanno sviluppando, collegato ai sili dei prodotti finiti, puntando a migliorare il sistema logistico e poi una novità nella produzione che, caratterizzerà le referenze per esprimere ancor meglio l'intenso legame con la terra.